Blog

Profumatore d’Ambiente Acqua dell’Elba – Azimut: il mare è un sogno che si può toccare

Profumatore d’Ambiente Acqua dell’Elba – Azimut: il mare è un sogno che si può toccare

Profumatore d’Ambiente Acqua dell’Elba – Azimut: il mare è un sogno che si può toccare

Amore per il mare significa anche amore per la bellezza e la natura, capacità di comprendere il senso della prima e l'importanza della seconda, rispettando un equilibrio che ci coinvolge in prima persona, nel costante tentativo di migliorarlo.
Significa sentirsi parte di un tutto. Ed è questo che prova chi è appassionato di nautica e preferisce i flutti alla terraferma: la chiglia come casa, l’acqua come orizzonte, profumi e sensazioni di legno e frutti mediterranei.

Pensando a chi vive così intensamente il mare, Acqua dell’Elba ha creato il Profumatore d’Ambiente Acqua dell’Elba – Azimut, fragranza con note di bergamotto, mirto, rosmarino, cisto di mare, lentisco e fichi d’India, creata per Azimut Benetti, il più grande network di produzione di megayacht e primo gruppo privato al mondo nella nautica di lusso.

Una sinergia, quella tra il mondo dei profumi e della nautica di lusso, che parte da lontano, dai tempi in cui le navi venivano costruite in legno da mani che conoscevano il mare a menadito: opere d'arte che prendevano il largo e affrontavano un mondo sconosciuto e magnetico, in continuo movimento. A bordo si creavano leggende, prendevano forma romanzi e si scriveva la Storia.

Le fragranze del lentisco, del cisto, del fico e del bergamotto a volte erano gli unici compagni di viaggio. Il Profumatore d’Ambiente Acqua dell’Elba – Azimut racconta questa atmosfera partendo da quelle materie prime e dalle suggestioni più antiche, che oggi rivivono a bordo di navi straordinarie, costruite all’insegna della sicurezza e del comfort, senza mai mettere da parte il romanticismo. Gli yacht sono sogni che si possono toccare, frutto di un incessante lavoro che nasce dalla cura per il dettaglio. Proprio come le creazioni artigianali di Acqua dell'Elba, così vicine alla tradizione Toscana, così capaci di interpretare il futuro prossimo, nostro e del pianeta. 

 


Ultimi post