Blog

PASSO DOPO PASSO VERSO ELBA 2035.

PASSO DOPO PASSO VERSO ELBA 2035.

PASSO DOPO PASSO VERSO ELBA 2035.

In vista del 10 dicembre, quando si riuniranno i tavoli di lavoro per Elba 2035, proseguiamo la nostra esplorazione fra le idee, le proposte, le visioni e le prospettive di personalità che rappresentano le voci di enti, imprese, associazioni e istituzioni. 

Siamo partiti proprio da un'istituzione parlando con Gabriella Allori, sindaco di Marciana Marina, che ha puntato i riflettori sul riciclo dei rifiuti: "Non è certo semplice" ha affermato "ma mi immagino che dopo anni di informazione ed educazione tutti capiscano che dobbiamo prima di tutto salvaguardare il nostro ambiente, a terra come in mare". Oltre all'educazione è necessaria la collaborazione, valore che Elba 2035 promuove dall'inizio invitando tutti gli stakeholder a dialogare sul futuro dell'Isola "Parlarne" prosegue Gabriella Allori "significa focalizzare il problema e creare attenzione da parte di tutti verso le buone pratiche".

Il futuro, si sa, appartiene prima di tutto ai giovani: per questo abbiamo ascoltato fra gli altri anche Pietro Gentili, rappresentante del Forum giovanile che per il 2035 si immagina: "... un'Elba all'insegna della sostenibilità, che metta al centro l'ambiente, con progetti di mobilità sostenibile rivolte a tutte le fasce della popolazione con il potenziamento del trasporto pubblico. Poi l'istruzione, potenziando il diritto allo studio in tutti i territori dell'isola.". Anche Pietro Gentili si sofferma sulle specificità del progetto Elba2035: "Credo che sia un ottimo stimolo per arrivare a fare all'Elba quello che non è stato fatto in tanto tempo: costruire una rete che coinvolga amministratori, imprenditori e associazioni nella produzione di un documento di sostenibilità che venga veramente realizzato, mettendo al centro dell'agenda delle istituzioni e degli altri portatori di interesse". Isola d'Elba, infine, significa soprattutto mare: "Penso sia necessario puntare sulla depurazione della acque" conclude Gentili "arrivando a fornire un depuratore per ogni Comune in modo da diminuire l'impatto sul mare. Mare che dovrebbe essere tutelato con l'istituzione di un'area marina protetta e con una seria politica di tutela della biodiversità, anche con la realizzazione di una sede distaccata dell'Università di Pisa dedicata allo studio della biologia marina".

Concludiamo con la rassegna di oggi con un altro Sindaco, Walter Montagna di Capoliveri: "Il nostro Comune sta sostenendo da tempo un grande sforzo per sviluppare il concetto di ecosostenibilità, è stato uno dei primo Comuni che ha aderito alla Carta Europea promossa dal Parco". Anche Montagna poi rivolge l'attenzione alla scuola: "Educare la prossima generazione al rispetto dell'ambiente è essenziale, e l'educazione parte dalla scuola: noi come amministrazione faremo di tutto per dare ai nostri studenti il meglio dell'istruzione. È importante il polo scolastico di Portoferraio e altrettanto importanti sono le strutture che mettiamo a disposizione dei nostri ragazzi, che rappresentano il nostro futuro, e il nostro futuro sta nell'ecosostenibilità".


Di ecosostenibilità e futuro parleremo ancora con gli ospiti della tavola rotonda del 10 dicembre, in cui si porranno le basi per il manifesto dello sviluppo sostenibile per l'isola d'Elba. Elba2035 si avvicina, giorno dopo giorno. Intanto, per vedere le videointerviste potete collegarvi al nostro canale Youtube

 


Ultimi post
comments powered by Disqus