Spese di spedizione gratuite in Italia per ordini superiori a € 55,00
Blog

ELBA 2035: I LAVORI SONO INIZIATI

ELBA 2035: I LAVORI SONO INIZIATI

ELBA 2035: I LAVORI SONO INIZIATI

Lunedì 19 ottobre si è svolto il primo appuntamento del progetto Elba 2035 , per la redazione di un manifesto per lo sviluppo sostenibile dell'isola. Fortemente voluto da Acqua dell'Elba, che vede nella sua presenza sul territorio uno dei valori fondanti della propria identità, il percorso di costruzione condivisa di un futuro sostenibile è stato introdotto da EY, che ne sta curando la realizzazione.

Una linea direttrice del progetto è la convinzione che il turismo dell'Isola d'Elba potrà dirsi sostenibile se darà valore alle numerose attività in armonia con la natura offerte dall'isola, proponendone anche di innovative, che favoriscano lo scambio di esperienze e contatti tra isolani e turisti. Importante anche lo sviluppo di una mobilità sostenibile, che può funzionare se incentiva il ridimensionamento degli spostamenti automobilistici a favore di quelli pedonali e ciclistici, che siano collettivi o condivisi, coinvolgendo anche i trasporti via mare. Di grande rilievo sarà anche la possibilità di lavorare alla destagionalizzazione, puntando sulle molte pportunità offerte dall'isola: ricchezza storica e culturale, varietà paeseggistica e urbana. possibilità di praticare diverse attività ludiche e sportive. Oltre al turismo si è ritenuto importante cercare di sviluppare anche la possibilità di scegliere l'isola d'elba come residenza elettiva, costruendo opportunità come la telemedicina e lo smart working. e la residenza elettiva. Tutte queste opportunità dovranno confrontarsi con l'esistenza di alcuni punti di debolezza di cui bisognerà tenere conto, dallacarenza di depuratori all'area marina protetta non ancora istituita, dal presidio sanitario specialistico da potenziare fino all'ambiente danneggiato da alcune imbarcazioni e all'impossibilità di raggiungere l'isola con mezzi sostenibili.

Seconda direttrice è quella di stabilire una visione condivisa su cultura, identità e lifestyle. Per rendere più sostenibile e attrattiva l'Isola d'Elba si è concordato di puntare a obiettivi concreti e allo stesso tempo ambiziosi come offrire un'alta qualità della vita, un modello culturale coordinato per abitanti e turisti, che valorizzi il patrimonio storico e culturale dell'isola, l'enogastronomia e l'ambiente, tutto l'anno. Per migliorare la qualità della vita sarà necessario fare il possibile per assicurare il benessere alla popolazione tramite servizi sostenibili per l'ambiente, che sappiano favorire la salute, la mobilità, la crescita, la formazione, la tutela della bellezza dell'ambiente.Anche in questo caso vi sono punti di forza, come l'accoglienza verso i turisti e opportunità, come una mobilità sostenibile green interconnessa anche con le periferie e integrata tra pubblico e privato, ma anche punti deboli, come l'inadeguatezza delle strutture e la resistenza degli elbani verso investimenti e investitori esteri.

Ultima, ma certo non meno importante, delle tre direttrici quella dedicata ad ambiente e bellezza. L'Isola d'Elba è sostenibile dal punto di vista ambientale quando azzera le emissioni di gas serra attraverso fonti energeticherinnovabili, valorizza la biodiversità terrestre e marina, è omogenea nella gestione della risorsa idrica e dei rifiuti e quando l'uomo è al centro della visione di sostenibilità. L'obiettivo è identificare punti di forza e barriere per il raggiungimento della visione. Tra i punti di forza vi è il patrimonio geologico e geominerario, tra i punti deboli l'inquinamento marino da microplastiche, tra le opportunità l'istituzione dell'area marina protetta e tra le minacce 'insostenibilità di un traffico di mezzi elettrici privati, poiché manca un'organizzazione vista in ottica privata.

E’ possibile rivedere le parte ‘plenaria’ dell’incontro relativa alle conclusioni, direttamente a questo link.

Il prossimo incontro di Elba 2035 è previsto per il 10 dicembre, giorno in cui i partecipanti ai tavoli di lavoro proporranno le rispettive proposte progettuali per raggiungere la visione sperata, lavoro, questo, che comincerà già nei prossimi giorni. Un processo metodologico unico e innovativo che sfocerà nella redazione del Primo Manifesto di Sostenibilità, prevista per inizio estate 2021.


comments powered by Disqus

Ultimi post

Tutti gli ordini vengono spediti all’interno di una confezione regalo

SPEDIZIONE

Tempi di consegna e contributo spesa

+Leggi tutto

SERVIZIO CLIENTI

Assistenza telefonica e domande frequenti

+Leggi tutto

RESI

Procedura da effettuare per fare un reso

+Leggi tutto

Iscriviti alla newsletter