Blog

L'ESSENZA DELL'AUTUNNO: IDEE PROFUMATE PER CONTRASTARE LA STANCHEZZA DI STAGIONE.

L'ESSENZA DELL'AUTUNNO: IDEE PROFUMATE PER CONTRASTARE LA STANCHEZZA DI STAGIONE.

L'ESSENZA DELL'AUTUNNO: IDEE PROFUMATE PER CONTRASTARE LA STANCHEZZA DI STAGIONE.


Per molti l'essenza dell'autunno sembra essere un malinconico addio all'energico sole estivo, ai bagni di mare e sale e il ritorno al solito tran tran. Per contrastare l'improvvisa voglia di fare come gli orsi e andare in letargo, eccovi alcuni suggerimenti che profumano di buono, riassunti da un interessante articolo apparso su Glamour.

L'essenza dell'autunno: un profumo per tornare in piena forma.
L'aromaterapia aiuta a combattere i cali di energia dovuti al cambio di stagione, grazie alla capacità di determinate fragranze di contrastare la produzione eccessiva di un ormone come la melatonina, che accumulandosi favorisce la sonnolenza e la fiacchezza, stimolando invece la produzione di serotonina che favorisce il benessere e la vitalità.

L'essenza dell'autunno: per il benessere e il buonumore.
Non è un caso che la natura li faccia spuntare in un periodo in cui c'è bisogno di vitamina C: gli agrumi contribuiscono a ridurre stanchezza e affaticamento, anche soltanto con il loro profumo.
L'aroma di agrumi come cedro, limone, bergamotto può agire come un balsamo, spazzando via la stanchezza e dandoci l'impressione di essere nuovamente in vacanza.

L'essenza dell'autunno: la potenza dell'estate in un profumo.
Nel profumo Smeraldo di Acqua dell'Elba, che fa parte della linea "Essenza di un'Isola", il potere rigenerante dell'aroma di agrumi (nello specifico cedro, mandarino, limone e bergamotto) si unisce a note fiorite di gardenia, cisto, geranio e magnolia che per la loro natura aiutano a risollevare l'umore. Così, proprio come succede durante una passeggiata sui sentieri dell'isola, la sensazione di essere accarezzati da una brezza marina saprà ridarci la gradevole sensazione di essere in vacanza. E l'autunno è praticamente sconfitto.


Ultimi post
comments powered by Disqus